Malnutrizione nella PAH un potenziale aiuto da interventi dietetici mirati

Malnutrizione nella PAH un potenziale aiuto da interventi dietetici mirati

Le persone con ipertensione arteriosa polmonare potrebbero essere a maggiore rischio di malnutrizione. Le cause, secondo ricercatori dell’Università di Amsterdam, potrebbero essere legate a una serie di meccanismi innescati da alterazioni che in questa malattia si verificano a carico delle sezioni destre del cuore, capaci di modificare indirettamente l’assorbimento intestinale dei nutrienti, sia ad alterazioni nella composizione del microbiota intestinale (la flora composta da batteri e altri microrganismi che vivono nell’intestino) che altera la capacità di produrre e di assorbirne sostanze metaboliche utili alle funzioni dell’ organismo.

In particolare, i pazienti affetti da ipertensione arteriosa polmonare presentano spesso una carenza di ferro. Tale mancanza è dovuta, verosimilmente, a diverse cause: ridotta introduzione con la dieta ed alterato assorbimento unitamente ad un maggior consumo per aumentare la produzione di globuli rossi con cui l’ossigeno, elemento indispensabile per le funzioni dell’ organismo, raggiunge tutti i distretti del corpo.

Una disvitaminosi di cui tener conto, inoltre, è quella a carico della vitamina D, la cui supplementazione sembra possa apportare dei benefici generali ai pazienti affetti da PAH. Servono studi di maggiori dimensioni per rispondere a domande ancora non chiarite. La ricerca futura ci fornirà la risposte che ancora mancano.

LEGGI TUTTE LE NEWS

DI PHOCUS360

TI SERVE AIUTO?

Un team di Esperti
è a tua disposizione per le tue domande

Bibliografia e sitografia:

Kwant, CT, Ruiter G, Noorfegraaf AV. Malnutrition in pulmonary arterial hypertension: a possible role for dietary intervention. Curr Opin Pulm Med 2019, 25:405–409 DOI:10.1097/MCP.0000000000000608

Logo Janssen | Pharmaceutical Companies of Johnson & Johnson