Il video accorcia le distanze e allevia l’ansia dei caregiver lontani

LEUCEMIA MIELOIDE ACUTA

Il video accorcia le distanze e allevia l’ansia dei caregiver lontani

Spesso sono gli unici caregiver di un paziente oncologico, figli unici di un genitore anziano o magari fratelli o nipoti, ma abitano lontani, a più di un’ora di distanza dal proprio caro ammalato di tumore. In un caregiver a distanza, la lontananza…

» Spesso sono gli unici caregiver di un paziente oncologico, figli unici di un genitore anziano o magari fratelli o nipoti, ma abitano lontani, a più di un’ora di distanza dal proprio caro ammalato di tumore. In un caregiver a distanza, la lontananza si accompagna spesso a sensi di colpa e a livelli più elevati di ansia e preoccupazione rispetto a un caregiver più vicino, nonostante il supporto fornito sia fondamentale per il paziente. E, indubbiamente, i mesi di distanziamento sociale e mobilità limitata hanno reso più pesante la situazione, nonché aumentato il numero di caregiver che si sono trovati in una situazione di stress.

Un aiuto concreto in questi casi può venire la tecnologia, come illustra uno studio che ha mostrato l’efficacia di un intervento dedicato ai caregiver a distanza basato su videoconferenze.

«I caregiver a distanza sperimentano un'enorme quantità di ansia e angoscia, spesso maggiore delle persone malate di cancro stesse», ha affermato Sara Douglas, docente di Oncology Nursing presso la Case Western Reserve University School of Nursing e principale autrice dello studio. «Il nostro intervento in videoconferenza mostra che è possibile ridurre in modo significativo l'ansia e l'angoscia nei caregiver a distanza attraverso una tecnologia abbastanza semplice».

Nel loro studio i ricercatori hanno coinvolto 441 caregiver dell’età media di 47 anni (71% donne)
che vivono a più di un’ora dal paziente di cui si prendono cura. L’età media dei pazienti era 65
anni, il 60% erano donne, il 18% aveva un tumore del sangue. Prima e dopo la sperimentazione i
caregiver hanno compilato un questionario di valutazione disegnato per misurare i livelli di
preoccupazione e di ansia.

L’intervento messo a punto dagli studiosi è durato quattro mesi ed era composto da tre tipi di azioni: sessioni mensili di coaching in videoconferenza con un infermiere o un assistente sociale, incentrate sulla fornitura di informazioni e supporto; partecipazione in videoconferenza a visite con l’oncologo; accesso a un sito web con risorse progettate specificamente per i caregiver a distanza. Un terzo dei partecipanti ha beneficiato di tutte e tre queste iniziative, un terzo solo della partecipazione virtuale alle visite al sito web, un terzo invece ha avuto accesso solo a quest’ultimo.

Secondo i risultati, nel gruppo dei caregiver che ha ricevuto l’intervento completo, il 19,2% ha riportato un'ansia significativamente ridotta e il 24,8% minori preoccupazioni. Queste percentuali sono scese rispettivamente a 17,3% e 19,8% nel secondo gruppo.

«Questi dati», concludono i ricercatori, «suggeriscono che l'uso di un intervento di videoconferenza di coaching ha apportato differenze significative e clinicamente efficaci nell'ansia e nel disagio per questi importanti membri del team di assistenza familiare». Ovviamente non sempre è possibile fornire sessioni di coaching online con infermieri o assistenti sociali a causa dei costi e delle risorse limitate, tuttavia già soltanto la partecipazione alle visite tramite videoconferenza e la possibilità di avere a disposizione risorse web progettate specificamente per i caregiver a distanza produce comunque un miglioramento dei livelli di stress e ansia.

Bibliografia e Fonti:

Cagan R. Videoconference Intervention Significantly Reduces Anxiety and Distress Among Remote Caregivers of People With Cancer, American Society of Clinical Oncology, 13 Maggio 2020.

Douglas SL, Mazanec P, Lipson AR, et al. Video conference intervention for distance caregivers (DCGs) of patients with cancer: Improving psychological outcomes, J Clin Oncol, 2020; 38: suppl; abstr 12123. doi: 10.1200/JCO.2020.38.15_suppl.12123.

Logo