LINFOMA A CELLULE MANTELLARI

Cause

Contenuti a cura di:
Dr. Carlo Visco
Carlo Visco è Professore Associato presso Dipartimento di Medicina, Sezione di Ematologia - AOUI Verona, ha lavorato come dirigente medico di primo livello presso la Divisione di Ematologia e Terapie Cellulari dell’Ospedale San Bortolo a Vicenza.

Il Linfoma Mantellare o Linfoma a Cellule Mantellari (in inglese Mantle Cell Lymphoma, MCL) è una rara malattia del sangue che origina nel sistema linfatico e, in particolare, nei linfonodi, le ghiandole linfatiche diffuse in tutto il nostro organismo.

Le cellule interessate dal Linfoma Mantellare sono i linfociti di tipo B, un tipo di cellule bianche del sangue (chiamate anche globuli bianchi).

Viene definito "mantellare" perché i linfociti B si localizzano inizialmente in una particolare zona del linfonodo chiamata appunto "zona del mantello".

Questo li porta ad accumularsi in varie zone del corpo, in particolare nei linfonodi, ma anche nel midollo osseo (organo deputato alla produzione delle cellule del sangue: globuli bianchi, globuli rossi, piastrine), nel circolo sanguigno, nella milza, nel fegato e in alcuni casi anche nel tratto gastrointestinale e nel sistema nervoso centrale.

La maggior parte delle persone con Linfoma Mantellare presenta una alterazione genetica nelle cellule B tumorali. Questa anomalia a livello genetico porta alla crescita continua e incontrollata delle cellule B. Le cause precise dell'insorgenza di questa o di altre anomalie genetiche nel Linfoma Mantellare sono però ancora ignote.

Fonti e Bibliografia:

Leukemia & Lymphoma Society. Mantle cell lymphoma Facts. No 4, 2014 (Ultimo accesso 05 Febbraio 2019).

Hitz F et al. Diagnosis and treatment of mantle cell lymphoma. Swiss Med Wkly 2013;143: w13868.

Logo