La Storia di Anita

La Storia di Anita

«Fatti più in là» dà spazio alla tua voce.

Leggi di seguito le storie dei pazienti che come te convivono con le MICI

La Storia di Anita

Non una malattia, ma due. Nel mio percorso di paziente con malattia infiammatoria cronica intestinale c'è infatti stato un tempo in cui tutti i miei sintomi rispecchiavano le caratteristiche della colite ulcerosa. Poi però, nel giro di due anni, la diagnosi era cambiata: non più colite ulcerosa, i medici ormai parlavano di malattia di Crohn. Avevo 36 anni, ero da poco diventata mamma del mio secondogenito e avevo avuto una gravidanza complicata, ero stata malissimo probabilmente a causa della malattia.

La mia è quindi una storia insolita. Eppure oggi, a più di venti anni dalla diagnosi e dopo anni e anni di terapie, posso dire che tutto sommato non ho mai avuto grossi problemi o sperimentato grosse limitazioni a causa della malattia. Può capitare: ognuno ha la sua esperienza, e non sempre la malattia è attiva.

Questo non significa che sia stato sempre facile, né che non ci siano stati mai problemi. Anzi: anche se per lungo tempo tutto scorre senza intoppi, a volte il solo pensiero di star male mi intimorisce.

Durante tutti questi anni, l’episodio che più mi ha segnato è stata la resezione intestinale a livello dell'ileo: è successo dopo un brutto blocco intestinale ed è stato dolorosissimo. Così, anche se tutto oggi va più o meno bene, sono spaventata alla sola idea che qualcosa di simile possa ripresentarsi nella mia vita e sconvolgere tutto.

Continua a seguirci per leggere le nuove storie

Logo