Artrite psoriasica: cosa vuol dire malattia autoimmune?

APPROFONDIMENTI - 24 Ottobre 2022

Artrite psoriasica: cosa vuol dire malattia autoimmune?

L’artrite psoriasica è una malattia infiammatoria cronica immuno-mediata che colpisce le articolazioni, i tendini e i legamenti, con un forte impatto sulla qualità della vita. Ma che cosa vuol dire avere una malattia infiammatoria cronica?

Cosa sono le malattie infiammatorie croniche

Normalmente, quando il corpo avverte il pericolo di un virus o di un’infezione, il sistema immunitario si attiva e lo attacca per difendersi. Questo meccanismo è chiamato risposta infiammatoria ed è un normale processo che avviene per proteggere l’organismo.

Esistono due tipi di infiammazione: acuta e cronica. Per esempio, quando ci si ferisce ad una mano e questa diventa rossa, calda, gonfia e dolorante, si stanno sperimentando i sintomi di un'infiammazione acuta. Si tratta di un processo temporaneo o a breve termine, in cui il corpo scatena l'infiammazione per combattere una possibile infezione e avviare il processo di guarigione.

L’artrite psoriasica, invece, così come la psoriasi, è associata a un'infiammazione cronica, ovvero ad una risposta infiammatoria che si perpetua nel tempo, autoalimentandosi.

Inoltre, psoriasi e artrite psoriasica sono il risultato di un sistema immunitario iperattivo: che reagisce in modo esagerato e prolungato alle stimolazioni. Questo stato di infiammazione sistemica e cronica espone, infine, il paziente affetto da psoriasi o artrite psoriasica ad un maggior rischio di sviluppare alcune comorbidità, quali, per esempio, quelle cardiovascolari e cardiometaboliche (diabete, obesità).

Le malattie infiammatorie croniche si differenziano dalle malattie autoimmuni, in cui il sistema immunitario non è più in grado di distinguere le proprie cellule dai pericoli esterni e quindi produce autoanticorpi rivolti verso le proprie cellule.

Malattie infiammatorie croniche: i fattori di rischio

È noto che alcuni fattori di rischio aumentano le probabilità di sviluppare malattie infiammatorie croniche, come la psoriasi e l’artrite psoriasica; tra questi ricordiamo:

  • Genetica: molte persone con artrite psoriasica hanno una storia familiare di psoriasi o artrite psoriasica.
  • Peso: essere in sovrappeso o obesi aumenta il rischio di sviluppare l'artrite psoriasica. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che un peso maggiore sottopone le articolazioni a uno stress importante o al fatto che il tessuto adiposo produce sostanze che favoriscono l’infiammazione. È stato, infatti, dimostrato che la perdita di peso aiuta a ridurre l’infiammazione.
  • Stress: lo stress emotivo e fisico può scatenare una risposta infiammatoria. Svolgere attività che aiutino a rilassarsi, come lo yoga, esercizi di respirazione, la meditazione, può aiutare il corpo a gestire meglio gli effetti dannosi dell’infiammazione.
  • Mancanza di sonno: le persone con orari di sonno irregolari hanno maggiori probabilità di avere un'infiammazione cronica rispetto a quelle con orari di sonno normali. Dormire un minimo di circa sette ore ogni notte (per gli adulti), in una camera da letto tranquilla, buia e fresca può aiutare a riposare meglio e ridurre l’infiammazione.
  • Stress meccanico o presenza di lesioni: questi possono attivare le cellule immunitarie del corpo e avviare un processo infiammatorio, che va a coinvolgere la cute, la sinovia, i tendini e le ossa. Uno stress ripetuto può, infatti, causare una risposta immunitaria anomala, con infiammazione delle articolazioni e dei tendini, dolore e gonfiore.
  • Infezioni: un'infezione virale o batterica può fungere da trigger e scatenare artrite psoriasica o psoriasi in persone geneticamente predisposte.
  • Età: sebbene chiunque possa sviluppare l'artrite psoriasica, questa è più frequente negli adulti di età compresa tra i 30 e i 55 anni.

Artrite psoriasica, cosa sappiamo del coinvolgimento del sistema immunitario

L’artrite psoriasica appartiene ad un gruppo di malattie dette spondiloartriti, in cui diversi studi hanno dimostrato che alcune cellule del sistema immunitario (neutrofili, linfociti T) sono iperattivate. I linfociti T manifestano la propria attività uccidendo i patogeni o le cellule infettate e danneggiate, ma anche stimolando la produzione di anticorpi da parte dei linfociti.

E' per questo motivo che, studi molto recenti, hanno identificato, anche in pazienti con artrite psoriasica, la presenza di autoanticorpi, come in genere avviene nelle malattie autoimmuni.

Ulteriori studi, in futuro, permetteranno di conoscere meglio i meccanismi alla base delle malattie infiammatorie croniche, come l’artrite psoriasica, e di mettere a punto strategie terapeutiche ancora più mirate ed efficaci.

Hai una domanda?


Scrivi ai nostri Esperti

Fonti

  1. Understanding Inflammation, National Psoriasis Foundation www.psoriasis.org/advance/understanding-inflammation
  2. Psoriatic Disease Affects More Than Skin and Joints, National Psoriasis Foundation www.psoriasis.org/advance/psoriatic-disease-affects-more-than-skin-and-joints/
  3. Emmungil H, İlgen U, Direskeneli RH. Autoimmunity in psoriatic arthritis: pathophysiological and clinical aspects. Turk J Med Sci. 2021 Aug 30;51(4):1601-1614. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/33581710/

EM-112792

Logo Janssen | Pharmaceutical Companies of Johnson & Johnson