Unghie: dieci suggerimenti per prendersene cura

LEUCEMIA MIELOIDE ACUTA

Unghie: dieci suggerimenti per prendersene cura

La preoccupazione principale nella cura di un paziente oncologico ed ematologico è la sua sopravvivenza. Fatta salva l’essenzialità di questo obiettivo, non andrebbero tuttavia tralasciati altri aspetti che, seppur meno importanti, influenzano…

» La preoccupazione principale nella cura di un paziente oncologico ed ematologico è la sua sopravvivenza. Fatta salva l’essenzialità di questo obiettivo, non andrebbero tuttavia tralasciati altri aspetti che, seppur meno importanti, influenzano molto la qualità della vita di un paziente: per esempio, la gestione del dolore, la mancanza di sonno, la cura dell’aspetto fisico.

Quest’ultimo, in particolar modo, è un ambito guardato spesso con disprezzo, eppure un paziente oncologico ha diritto quanto tutte le altre persone alla cura del proprio aspetto fisico, a sentirsi in ordine e a contrastare alcune “evidenze fisiche della malattia in corso” che lo mettono a disagio.

Un esempio - fortunatamente temporaneo - di queste evidenze è nelle mani e nei piedi. O meglio, nelle unghie che, nei pazienti oncologici, possono diventare ondulate, irregolari e presentare rime o anche quelle che si chiamano linee di Beau, ovvero linee trasversali rispetto alla lamina, che sono dovute per esempio a un’interruzione nella crescita.

Oppure ancora l’unghia può cambiare forma, una condizione che si chiama coilonichia, e assumere una conformazione concava, a “cucchiaino”. Infine, poi, il letto ungueale può annerirsi e, in alcuni casi le unghie possono cambiare il ritmo con cui crescono, spezzarsi con facilità, oppure addirittura cadere.

Ecco allora dieci suggerimenti per prendersi cura delle proprie unghie.

1. Tagliate spesso le unghie: le unghie andrebbero tenute corte e pulite e quindi vanno tagliate spesso. Vanno anche limate, per evitare che i bordi frastagliati si incastrino in qualcosa che porterebbe poi l’unghia a spezzarsi. Inoltre, le imperfezioni sono meno evidenti nelle unghie corte.

2. Abbiate cura delle vostre cuticole: le cuticole non vanno tagliate, perché questo potrebbe aumentare il rischio di infezioni. Meglio adoperare un bastoncino per spingerle indietro, il cosiddetto spingi-cuticole. Inoltre, è consigliabile massaggiarle con una crema o un olio per cuticole al fine di prevenire la secchezza e la formazione di pellicine.

3. Evitate i centri estetici: il consiglio generale è di lasciare perdere per un po’ manicure e pedicure professionali, e ancora di più le unghie finte. Tutto ciò per diminuire il rischio di infezioni. Se, tuttavia, necessitate di una manicure professionale, magari perché si tratta di un’occasione speciale, portate i vostri strumenti (dalle tronchesine, alle lime, al buffer e così via), non importa quanto sia pulito il centro estetico dove vi recate di solito. Chiedete di adoperare una bacinella di metallo pulita (o portatene una voi) se nel vostro centro estetico si hanno le sedie per la pedicure con le vaschette integrate.

4. In realtà uno smalto può essere una buona idea: evitare i centri estetici non vuole dire che non potete sfoggiare delle splendide unghie smaltate, anzi. Alcuni smalti possono aiutare a mantenere le unghie forti e a proteggerle dall’ambiente. Soprattutto se si usano una base e un top rinforzanti. Anche gli uomini possono trarre vantaggio da uno smalto rinforzante trasparente.

5. Usate i prodotti giusti: smalto sì, ma non tutti i tipi di smalto. Meglio sceglierne uno che sia senza formaldeide, possibilmente a base di acqua. Inoltre, per rimuoverlo, andrebbero impiegati prodotti che non contengano acetone.

6. Idratate, idratate, idratate: idratare unghie e mani è fondamentale. Per esempio, per ridurre la desquamazione delle unghie si possono usare oli specifici. Ma anche idratare le mani è importante: meglio avere sempre a portata di mano una crema protettiva.

7. Non mangiatevi le unghie: non rosicchiate le unghie né le pellicine e le cuticole, l’obiettivo è sempre quello di ridurre il rischio di infezioni.

8. Proteggete le vostre mani: per pulire la casa, per fare giardinaggio e per qualsiasi attività che espone mani e unghie a prodotti chimici o a possibili traumi, proteggete le mani con dei guanti. Indossateli anche per lavare i piatti, lavare l’auto o qualsiasi compito che comporta l’uso di acqua: avere le mani bagnate a lungo, può portare a infezioni fungine del letto ungueale.

9. Non agite d’impulso: se una delle unghie comincia a staccarsi dal suo letto non tiratela via. Copritela con delicatezza senza esercitare una pressione eccessiva con una garza o con un cerotto post operatorio sterile e lasciate che si stacchi da sola.

10. Non nascondete quello che succede al vostro medico: comunicate al vostro medico quando le unghie iniziano a rovinarsi e a cadere, potrebbe voler prendere contromisure adeguate per ridurre il rischio di infezioni e saprà consigliarvi al meglio cosa fare.

Ti serve aiuto?

Un team di Esperti è a disposizione
per rispondere alle tue domande

Scopri il centro più vicino a te

OncoGuida, uno strumento per identificare rapidamente le strutture italiane specializzate

Bibliografia e Fonti:

Leukemia & Lymphoma Society. Skin and nails (Ultimo accesso 11 Novembre 2019).

Dana-Farber Cancer Institute. Caring for Skin and Nails During Cancer Treatment (Ultimo accesso 16 Dicembre 2019).

Dana-Farber Cancer Institute. How to care for your skin during cancer treatment (Ultimo accesso 17 Dicembre 2019).

Leukemia Care. Changes to your nails, Febbraio 2016.

Macmillan Cancer Support. Caring for skin and nails (Ultimo accesso 10 Novembre 2019).

Cancer Support Community. Skin & Nail Changes (Ultimo accesso 10 Novembre 2019).

National Cancer Institute. Skin and Nail Changes during Cancer Treatment, 04 Giugno 2019.

Logo Janssen | Pharmaceutical Companies of Johnson & Johnson